Fior di Libri

Ad ogni lettore il suo libro. Ad ogni libro il suo lettore. (Ramamrita Ranganathan)

Giorgio Di Simone, Oltre il Muro Invisibile

Per chi volesse effettuare un viaggio nel mondo del paranormale in modo sistematico, attraverso il tempo, una lettura consigliabile è sicuramente “Oltre il muro invisibile” di Giorgio Di Simone, professore universitario e parapsicologo, presidente del Centro italiano di Parapsicologia dal 1963 al 1968. Nel 1981 ha fondato il Centro “Gnosis” per la ricerca Multidisciplinare ed ha scritto numerosi saggi sulle esperienze che vanno oltre il “visibile”, collaborando anche con varie riviste che si occupano di queste tematiche.

E’ un libro affascinante in quanto riunisce in una sorta di antologia ciò che per anni l’autore ha esplorato avventurandosi nel complesso mondo del trascendente che, però, vede sempre al centro l’uomo con tutte le sue contraddizioni e sfaccettature, un uomo che non riesce a “vedere” oltre il “Muro che lo separa dalla Realtà assoluta”, come l’autore afferma nella prefazione. Nei vari capitoli egli affronta tematiche che, indubbiamente, conducono a profonde riflessioni sul significato della vita, a partire dal concetto, appunto, di “Muro” che rappresenta “il grande Ostacolo che ci impedisce di vivere, anzi, di essere la vera Coscienza”, in quanto è insito nell’uomo e può essere abbattuto solo con un intenso lavoro da operare su se stessi.

Di Simone, nella prima parte del libro, affronta i temi di “Ragione e Sentimento” che da sempre si avvicendano nella mente umana, generando conflitti di non lieve entità, in un’alternanza che “proietta l’umanità lungo questi due fondamentali aspetti della vita, quasi un’ideologia bipolare…”. Successivamente analizza il “mistero” Uomo, con riflessioni sulla sua essenza e natura, per poi passare all’esplicazione delle sue teorie mediante metafore molto suggestive, come “la mano tesa”, la quale rappresenta un aiuto offerto dall’“Infinito” e dall’“Insondabile” che, però, egli deve avere la capacità di scorgere ed afferrare e ciò può avvenire solo mediante “un lavoro quasi sacrificale, dato che nulla può venire all’uomo se non attraverso il merito, la conquista, dovuti al suo stesso insostituibile lavoro, scavando nelle poche esplorate profondità del suo essere”. E’ un concetto, questo, molto significativo nella sua semplice verità, che dovrebbe essere trasmesso alle giovani generazioni, al di là delle personali convinzioni: bisognerebbe, infatti, cercare e sviluppare le proprie potenzialità dentro di sé, al fine di migliorarsi e raggiungere, grazie alle proprie qualità ed all’impegno profuso, l’autorealizzazione.

Nella parte dedicata ad “empirismo e metafisica” l’autore esamina aspetti legati ai due diversi piani conoscitivi, quello umano e quello della trascendenza o spirituale, i quali, pur in opposizione l’uno all’altro, si dipanano parallelamente durante l’esistenza dell’uomo, creando dubbi e contrasti mentali che, però, possono condurre all’autocoscienza. Si potrebbe definire il piano umano come quello fisico, materiale, mentre quello metafisico sarebbe come l’“iperuranio” di Platone, un mondo spirituale ma meno astratto di quanto possa sembrare. Nella seconda parte del libro, Di Simone affronta l’argomento dell’“aiuto dal trascendente”, che, come precisa l’autore in questa ulteriore premessa, intende offrire varie teorie filosofiche di autorevoli esponenti in questo campo, come Victor Hugo, il quale, pur essendo uomo di enorme cultura e intelligenza, si accostò al mondo invisibile interessandosi alle cosiddette “sedute spiritiche” svolte nel classico modo del tavolino con bicchiere, a Jersey, nella Manica. Durante quei “consulti”, avvenuti nel 1854, furono trascritti alcuni “messaggi” provenienti da grandi personalità della storia, pensieri che, attentamente analizzati, pare fossero di una profondità straordinaria e corrispondessero alla tipologia di pensiero e di opere manifestate dall’entità durante la sua esistenza terrena. Sono pagine, per chi crede o meno, che si leggono tutte d’un fiato, anche solo per pura curiosità.

Nei successivi capitoli l’autore presenta una di queste “presenze medianiche” che si autodefinisce dapprima come l’“Ombra del Sepolcro” e, in seguito, come “Symbole”, manifestatosi dal 1928 al 1937 in un gruppo guidato dalla medium francese Jeanne Laval. Segue la trascrizione dei “dialoghi” svolti tra Symbole ed uno studioso, il dottor Henri Azam, ed altri “discorsi” lunghi ed appassionati, interamente trascritti, i quali non possono che stupire per l’intensità e la forza delle varie argomentazioni relative al mondo metafisico. In seguito, l’autore presenta un altro personaggio nato nel 1886, Pietro Ubaldi, il quale aveva la particolarità di percepire i messaggi metafisici mediante “una forma telepatico – ispirativa”, grazie alla quale scrisse ventiquattro volumi dal titolo “La Grande Sintesi. Sintesi e soluzione dei problemi della scienza e dello spirito” che contengono un insegnamento “talmente ampio e complesso, che è impossibile farne un qualunque riassunto…”, pertanto ne propone alcune pagine tra le più significative, che egli definisce “rivelatrici”. Tali scritti affrontano temi come: “coscienza e medianità, la filosofia della scienza, la genesi dello spazio e del tempo, il concetto di creazione, il ciclo della vita e della morte e la sua evoluzione, l’uomo e la legge del lavoro”. Ubaldi scrisse ancora altri libri su questi argomenti, ovviamente scontrandosi con la difficoltà di far comprendere il suo pensiero, il quale, occorre ammetterlo, non è né di facile intuizione, né accettato se non da pochi appassionati del genere.

Di Simone prosegue il suo viaggio nel paranormale offrendo al lettore altri pensieri, altri risultati di studi effettuati nel corso dei secoli circa la materialità e la sua essenza e le teorie sulla morte e sulla spiritualità; alcuni esprimono concetti veramente toccanti come le riflessioni sul senso della vita: “Quanti di voi sono soli e cercano la loro strada! Oppure quanti di voi credono di averla trovata la strada, e invece sono soli!…… Anche quando credete di vivere bene e di non avere bisogno di nulla, so che, scrutando in voi stessi, trovate in fondo l’amarezza per non aver saputo utilizzare bene la vostra vita, perché avete sbagliato le scelte e perché, almeno sulla Terra, non si torna più indietro”. Che vengano da un’altra dimensione o meno, questi concetti risultano assolutamente realistici se ci si sofferma un momento a riflettere sulla propria situazione esistenziale.

In questo libro, come si è potuto comprendere, le argomentazioni trattate sono numerose e assai profonde, dalla prima all’ultima pagina: Di Simone riferisce anche di come si sia sviluppato il pensiero relativo alla “condizione ideale dello spirito” e sul “male”, nonché sulla “re-incarnazione”, altro argomento che ha sempre suscitato non poche perplessità e discussioni nel corso del tempo. Infine, presenta un altro studioso in questo campo, Roberto Setti, che nel 1946 fondò a Firenze il “Cerchio Firenze 77”, e su quanto è stato approfondito in questo settore in America, citando in modo particolare Jane Roberts, la quale trascrisse le sue esperienze di “dialogo” con Seth, un’entità contattata con la “trance ad incorporazione” in un volume pubblicato nel 1970.

Il libro si conclude con “l’ultimo messaggio di Symbole”, il quale aveva ripreso a manifestarsi tra il 1997 ed il 2000, proprio con lo stesso Di Simone, che riporta nell’ultimo capitolo quanto ancora è riuscito ad apprendere da questo essere particolare. Cita, in ultimo, altri studiosi ed autori di libri su questi, comunque, affascinanti argomenti rivolti prevalentemente, come si è detto, agli appassionati di tali tematiche ma che sicuramente possono suscitare interesse e curiosità anche nei più materialisti e scettici lettori, magari arrivando a generare qualche piccolo dubbio sulle proprie, radicate convinzioni.

Antonella Ferrari

oltre_muro_invisibile

 

Giorgio Di Simone, Oltre il Muro Invisibile, La verità nascosta, Edizioni Mediterranee, Roma, 2003, pp. 188, euro 10,95.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 aprile 2016 da in Libri, Parapsicologia, Recensioni, Saggistica con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: