Fior di Libri

Ad ogni lettore il suo libro. Ad ogni libro il suo lettore. (Ramamrita Ranganathan)

Margherita Benati, Fiocchi Fantasma e altre Meraviglie

Margherita Benati è una scrittrice di racconti per bambini sensibile e creativa, che vive assieme alla sua famiglia a Castelnovo Bariano, un piccolo paese sulle rive del Po. Da sempre affascinata dalle fiabe che popolavano il suo mondo di bambina, da adulta ha deciso di realizzarne di proprie, corredate da immagini meravigliose, ricche di colori e di vividi incanti. La sua prima raccolta di fiabe e racconti attira l’attenzione già dal titolo: “Fiocchi Fantasma e altre Meraviglie”, e lascia immaginare un microcosmo fantastico, ricco di creature da sogno e scenari fatati, pronti ad affascinare il suo pubblico fatto di piccoli lettori e di adulti che, proprio come lei, non hanno perso la capacità di sognare.

Le storie si susseguono, l’una dopo l’altra, a creare un mosaico incantato: un mondo dove piante e fiori si animano e parlano (“Il giardino di Azzurrino”), le piccole case di un paese magico prendono vita partecipando attivamente alle vicende umane (“Il paese delle case curiose”), un castello in abbandono ricorda la sua vecchia vita e ne sogna una nuova il cui protagonista sia l’amore (“La casetta in cielo”): “Che magnificenza e che nostalgia! Il castello si sentiva solo senza quel mondo: gli restavano soltanto il fruscio invisibile di qualche fantasma ormai dimenticato e il respiro della foresta intorno, che era rimasto intatto”.

L’autrice, con il linguaggio semplice ed evocativo tipico del fiabesco, narra vicende in cui prevalgono i sentimenti, i valori e gli insegnamenti positivi, propri di ogni fiaba che si rispetti: bontà e generosità, amicizia e lealtà, fiducia nel prossimo e solidarietà, incarnate dai vari personaggi. Infatti, nelle sue storie può capitare che due sorelle riescano a produrre “dolcezze affettuose” che danno benessere e serenità a chi le gusta (“Le sorelle Birimbambò”), che tre rondinelle alle prese, per la prima volta nella loro vita, con i rigori dell’inverno trovino calore e consolazione in una stanza stracolma di libri (“Le rondini sotto l’ombrellino”).

Nella fiaba “La Ciliegina”, la più sviluppata del libro, la Benati narra le vicende di “Dolceluna” che, dall’alto del cielo sopra Londra, assiste ad un inspiegabile fenomeno atmosferico. Nella storia compaiono personaggi come Ciliegina d’Oro ed il fruttivendolo Contapere, Bambagina e il Lecca-Lecca londinese, in un intrico di vicende che, man mano, si fa sempre più fitto per incuriosire e divertire sino al finale della storia: “Per ora mi basta e avanza la ferrea convinzione che, nell’immensa libertà del pensiero, niente è più vero dell’immaginazione perdinciliegia!”.

L’ultimo racconto è quello citato nel titolo del libro, “ Fiocchi Fantasma al Paese senza nome”, una fiaba natalizia, in cui ricompaiono alcuni personaggi già presenti in altre, come Mark detto Ingegno a causa della sua abilità in fisica e matematica, Bambagina detta Bamba, una volpacchiotta dal pelo soffice sua affezionata compagna, e gli abitanti dello strano Paese del quale non si riusciva a “scrivere il nome”, nel senso che un nome ce lo aveva ed era pure bello (“Piccolo Sogno”) ma i suoi abitanti “di giorno lo scrivevano e la notte stessa qualcuno o qualcosa lo faceva sparire”. Questi ultimi, così affezionati al loro paesino da tenerlo in perfetto ordine in modo che ogni cosa funzionasse a dovere, decisero di incaricare Mark di scoprire il “mistero del nome scomparso”. Nel racconto compaiono anche Babbo Natale e i “Fiocchi Fantasma” i quali “non si scioglievano, un po’ come i fantasmi” e “scendevano solo ed esclusivamente di notte, proprio come i fantasmi veri”. Riusciranno i nostri eroi a trovare la soluzione del caso? Naturalmente sì… ma potrebbe sorprendere.

E’ un libro originale in cui l’autrice, fiaba dopo fiaba, si pone l’obiettivo di dare vita ad atmosfere da sogno, creando personaggi, animali ed oggetti che, animandosi, trasmettono buoni sentimenti, conditi da un pizzico di avventura e di umorismo, ed in cui viene prestata attenta cura anche agli scenari così minuziosamente descritti e fantasiosamente verosimili. In questo un prezioso ausilio è rappresentato dai disegni, di autori diversi, che sono di straordinaria bellezza, poetici, onirici, i cui colori intensi sembrano davvero usciti dalla fantasia di un bambino e trasferiti sulla carta dalla creatività di chi non ha dimenticato il mondo animistico dell’infanzia, quello dell’eterna felicità. Conclude, infatti, la Benati, che quello da lei raccontato è “il mondo dei nostri sogni”, un piccolo universo che desiderava fosse fatto solo di storie ed immagini rasserenanti, che trasmettessero positività e, cosa che certamente non guasta, costituissero un piacevole stimolo alla lettura per i bambini dai sette anni in poi e, perché no? anche per quegli adulti che sentissero il bisogno di ritornare al passato magari solo per il tempo di una fiaba.

Antonella Ferrari

fiocchi-fantasma

Margherita Benati, Fiocchi Fantasma e altre Meraviglie, Panda Edizioni, Castelfranco Veneto, 2014, pag. 122, euro 9,90.

Annunci

Un commento su “Margherita Benati, Fiocchi Fantasma e altre Meraviglie

  1. Pingback: INTERVISTA rilasciata a “Fior di Libri” dalla scrittrice Margherita Benati | IL Circolo ... Storici Scrittori Lettori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 gennaio 2017 da in Fiabe, Libri, Narrativa per bambini, Recensioni con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: